Le chitarre segrete di Mike Knopfler: il loro valore, le insolite aste e quelle che ancora usa

Sei un amante della musica e delle chitarre? Bene, allora sarai piacevolmente sorpreso di sapere che Mike Knopler, il leggendario frontman dei Dire Straits, ha deciso di mettere all'asta la sua incredibile collezione di chitarre. Non solo, ma i proventi delle vendite andranno a beneficio di importanti cause. Certo, non è solo una questione di soldi, ma un gesto generoso che svela l'impegno di Knopler per la musica e il desiderio di fare del bene.

La collezione di chitarre di Mike Knopler: un tesoro musicale

La collezione di chitarre di Mike Knopler non è solo spettacolare, ma anche storica. Le chitarre che lo hanno accompagnato durante la sua lunga carriera musicale hanno fatto vibrare i cuori dei suoi fan. Tra queste, la Pensa-Suhr MK-1 del 1988, suonata al compleanno di Nelson Mandela a Wembley, ha suscitato un grande interesse. Inizialmente stimata intorno alle 8.000 sterline, è stata venduta all'asta per una cifra strabiliante di 504.000 sterline.

Esempi di chitarre vendute all'asta

Ma la Pensa-Suhr MK-1 non è l'unico esempio. La Red Schecter Telecaster, acquistata nel 1984 e utilizzata per registrare "Walk of Life", è stata venduta all'asta per 415.800 sterline. E che dire della Gibson Les Paul Standard del 1959, venduta all'asta per l'incredibile cifra di 693.000 sterline, stabilendo un nuovo record per il settore.

Anche le chitarre utilizzate da Knopler più recentemente hanno raggiunto cifre da capogiro. La chitarra con cui ha registrato "Solid Rock" è stata venduta per 277.000 sterline, mentre la Les Paul del 1983 utilizzata nell'album "Brothers in Arms" e suonata al Live Aid è stata venduta per 592.000 sterline.

La passione di Mike Knopler per la musica e le chitarre

Nonostante la vendita di gran parte della sua collezione, Knopler continua a suonare con la sua fedele Gibson Les Paul. La versione del 2021, autografata da vari artisti, è stata donata per beneficienza con il ricavato devoluto al Teenage Cancer Trust. Mentre la Les Paul del 1983, utilizzata per registrare "Money for Nothing", è ancora nelle sue mani e viene suonata quotidianamente.

Mike Knopler non è mai stato un personaggio da copertina, ma la sua musica ha toccato il cuore di milioni di fan in tutto il mondo. E ora, con questa straordinaria asta, dimostra ancora una volta il suo grande cuore e il suo impegno nelle cause benefiche. Un vero eroe della musica che, nonostante gli anni, continua a suonare e a collezionare chitarre.

La straordinaria collezione di chitarre di Mike Knopler ci fa riflettere sul valore che gli oggetti possono assumere quando diventano delle vere e proprie rarità desiderate dai collezionisti. Un mondo affascinante, in cui l'arte e la passione si fondono per creare un'opportunità di beneficenza. E tu, caro lettore, sei mai stato ad un'asta? Se sì, quale oggetto metteresti all'asta?

Le chitarre segrete di Mike Knopfler: il loro valore, le insolite aste e quelle che ancora usa
Le chitarre segrete di Mike Knopfler: il loro valore, le insolite aste e quelle che ancora usa


"La musica è per l'eternità. Le mode vanno e vengono, ma la musica resta", affermava il grande Luciano Pavarotti, e la storia di Mark Knopfler ne è una testimonianza vivente. Ogni chitarra venduta all'asta racconta una storia, un concerto, un momento che ha segnato la storia della musica. Quando le corde di una chitarra vibrano sotto le dita di un artista del calibro di Knopfler, non emettono solo note, ma emozioni, ricordi, passioni che si imprimono nell'anima di chi ascolta. Le cifre raggiunte all'asta per le chitarre di Knopfler sono stupefacenti, ma non sorprendenti. Sono la prova tangibile di quanto la musica possa essere preziosa, di come possa trasformarsi in un bene rifugio, un investimento non solo economico, ma soprattutto emotivo. Queste aste non sono soltanto transazioni finanziarie; sono un omaggio alla carriera di un musicista che ha saputo toccare il cuore di milioni di persone. E mentre la sua Red Schecter Telecaster o la sua Pensa-Suhr MK-1 cambiano proprietario, il loro spirito rimane immutato, pronto a risuonare ancora e a perpetuare l'eternità della musica, proprio come Pavarotti ci ha insegnato.

Lascia un commento